La sostenibilità energetica comprende l’utilizzo di sistemi ed impianti ad altissima efficienza, basso consumo e minime emissioni inquinanti, il contenimento dell’utilizzo di risorse non rinnovabili

e la forte riduzione dell’impatto ambientale da parte dei sistemi energetici utilizzati negli edifici.

L’installazione di pannelli solari termici che utilizzano l’energia del sole per riscaldare l’acqua e pannelli solari fotovoltaici che utilizzano celle solari per convertire l’energia del sole in elettricità, l’isolamento termico dei tetti delle proprie abitazioni sono solo delle alcune tecnologie ad alto risparmio energetico.

Ma il risparmio energetico in ambiente domestico è possibile da subito con 10 semplici azioni:

1. Cambiate le lampadine di casa scegliendo quelle a basso consumo. Consumano fino all’80% di energia in meno e durano più a lungo, quindi sebbene l’acquisto abbia un costo più elevato il risparmio è garantito

2. Spegnete le luci quando uscite da una stanza. E’ possibile montare un sistema che spegne automaticamente la luce dopo un certo periodo di tempo in cui un sensore segnala che la stanza è vuota.

3. Spegnete gli apparecchi elettrici. Quando la lucina rossa della tv è accesa significa che è in “stand-by” e l’apparecchio continua a consumare corrente. Lo stesso vale per radio, computer, lavatrici, lavastoviglie, fax e stampanti. Quasi il 30% della bolletta elettrica è imputabile ad elettrodomestici, impianti stereo e/o computer inutilizzati.

4. Scegliete elettrodomestici con una classe energetica che ne certifichi il basso consumo (Classe A+)

5. Utilizzate sempre lavastoviglie e lavatrice a pieno carico: si usa la stessa quantità d’acqua che con un carico ridotto. Con questo piccolo accorgimento, una famiglia media di 4 persone può ottenere un risparmio acqua di oltre 11.000 litri d’acqua l’anno

6. Scegliete correttamente il programma di lavaggio (temperature superiori a 60-70 °C sono un inutile rilevante spreco di elettricità, oltre a deteriorare i tessuti e colori. Gli attuali detersivi garantiscono ottimi risultati anche a basse temperature: il costo complessivo di un lavaggio a 90°C è più che doppio rispetto ad un lavaggio a 40°C).

7. Aprite il meno possibile le porte del frigorifero e comunque richiuderle velocemente.

8. Regolate il termostato del frigorifero su posizioni intermedie (un freddo eccessivo è inutile per la conservazione dei cibi, ma aumenta i consumi energetici)

9. Mantenete i termosifoni a temperature adeguate, riducendo la temperatura anche solo di 2 gradi si permette di risparmiare dal 10 al 20% dell’energia.

10. Riducete gli spifferi dagli infissi. Ricordate che le tende, oltre ad essere un importante elemento di arredo, hanno la funzione pratica di proteggere la stanza dagli spifferi delle finestre.

Migliorare l’efficienza energetica delle proprie case conviene sempre, non solo fa bene all’ambiente ma anche alle proprie tasche!{jcomments on}